ABOLITA EQUITALIA: SI PAGA LA MULTA, NON MORE E MAGGIORAZIONI

Con il provvedimento che porta alla chiusura di Equitalia vengono definiti anche i termini della sanatoria delle cartelle esattoriali. Per le multe è stata prevista solo per le maggiorazioni e per gli interessi di mora.

La multa va pagata

Il decreto prevede che, dal 1° luglio 2017, al posto di Equitalia vi sia “Agenzia delle Entrate-Riscossione”.

Per le infrazioni commesse al Codice della strada, l’agevolazione prevista per le cartelle non riguarda la sanzione ammistrativa (ovvero la multa)bensì le more e le maggiorazioni, sulle quali è previsto lo sconto.Il decreto conferma il raddoppio automatico della sanzione per chi paga oltre il termine di 60 giorni, non paga del tutto o lo fa in misura parziale.

Rateazione

Se si aderisce entro 90 giorni dall’entrata in vigore della normativa  sarà possibile optare tra il pagamento dell’importo in soluzione unica o, i alternativa fare ricorso alle rate con un massimo di quattro (ultima tranche entro il 15 marzo 2018)

Nei Comuni che non si affidano a Equitalia per la ricossione delle multe gli automobilisti dovranno comunque pagare sia la sanzione che gli interessi.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *